• Marina di Grosseto, canale San Rocco e porto
  • Isolotto dello Sparviero, già di Troia, visto dal Promontorio di Punta Ala
  • Costa di Punta Ala
  • Roselle, anfiteatro romano
  • Principina a Mare
  • Veduta di Roccalbegna con il Sasso su cui sorge la Rocca Aldobrandesca
  • Castiglione della Pescaia, Casa Rossa Ximenes
  • Marina di Alberese
  • Castiglione della Pescaia
  • Grosseto, il Cassero Senese
  • Parco dell'Uccellina, San Rabano
  • Alberese
  • Giannutri
  • Castiglione della Pescaia
  • Grosseto, chiostro di San Francesco
  • Veduta del Parco dell'Uccellina
  • Grosseto, particolare della fontana di Piazza Rosselli
  • Campagna maremmana nei pressi di Castiglione della Pescaia
  • Punta Ala, il porto
  • Isolotto dello Sparviero, già di Troia, visto dal Promontorio di Punta Ala
  • Colline maremmane
  • Grosseto, chiostro di San Francesco
  • Grosseto, particolare delle Mura Medicee
  • Castiglione della Pescaia
  • Fiume Bruna
 
Sei qui: 

In evidenza

Donato un assegno di mille euro al vescovo Giovanni Roncari in favore dei più poveri

da sinistra Alessandro Antichi, Marcello Pancrazi, il Vescovo Giovanni Roncari, Luigi Mansi

Il Club, ha deliberato di devolvere parte dell'equivalente delle conviviali, non effettuate a causa del Covid, alla Caritas diocesana per sostenere le attività della mensa dei poveri.

Alla stregua del così detto "caffè sospeso", tradizionale abitudine in uso nella società di Napoli, che consiste nel donare la consumazione di una tazzina di caffè a beneficio di uno sconosciuto, i rotariani grossetani hanno condiviso in pieno l'idea di lasciare "in sospeso", un pasto da dedicare ai tanti "bisognosi" della diocesi di Grosseto. Per concretizzare il progetto, cercando di alleggerire le numerose difficoltà che afferiscono quotidianamente alla Caritas, una delegazione di rotariani del Club grossetano, composta dal Presidente Marcello Pancrazi, Luigi Mansi e Alessandro Antichi, è stata accolta dal Vescovo Roncari al quale è stato consegnato un assegno simbolico quale atto di vicinanza alle problematiche che gravitano attorno alla diocesi. "Non a caso, abbiamo chiamato questo nostro service, " Un pasto sospeso", ha detto il presidente Pancrazi, non senza un pizzico di orgoglio," perchè conosciamo le situazioni di difficoltà in cui si trovano numerose persone ed è nostra intenzione, come Rotary, continuare in futuro ad essere presenti con sostegni tangibili" 

Il Presidente Pancrazi consegna nelle mani del Vescovo l'assegno simbolico

I