Sei qui: 

Realizzato il nuovo gagliardetto del Club

 

Luca Pievaioli

 

La Commissione Progetti ( anno 2015-2016 ), presieduta dall'architetto Sandro Crivaro, coadiuvato dai colleghi Maria Pia Marsili e Luca Pievaioli, ha portato a termine la realizzazione del nuovo gagliardetto simbolo del nostro sodalizio.

 

Ne ha dato notizia il Presidente Vilardo nel caminetto del 1° Dicembre 2015 che ha ringraziato la Commissione e in particolare Luca Pievaioli esecutore della realizzazione grafica.
L'esigenza di un rinnovamento dell'immagine e dei colori del vecchio gagliardetto, che per molti anni ha  accompagnato la vita del club, ormai da tempo era avvertita dalla gran parte dei soci. Dopo una attenta riflessione sulle possibili immagini simboliche da mettere in atto, la Commissione ha operato per  un disegno che sicuramente  riesce a rappresentare molto bene sia l'apparato iconografico del Rotary, sia il territorio a cui è strettamente legato. 

Infatti la ruota dentata a ventiquattro denti e sei raggi, classico emblema del Rotary International, appare  volutamente inglobata in un esagono stilizzato, risultato di uno studio  con il quale gli autori  hanno  voluto mettere in risalto il monumento più importante della città di Grosseto: la cinta muraria con agli angoli i suoi bastioni.
Dunque un gagliardetto dall'alto significato figurato , rappresentazione importante all'interno dell'universo semantico.
In fondo al gagliardetto, come a rafforzare  il concetto di appartenenza al territorio, è stato collocato il simbolo della città di Grosseto: un grifone d'argento su un campo rosso impugnante con la branca destra anteriore una spada posta in palo.
Ruota (del Rotary ) ed esagono (rappresentativo delle mura)  vanno infine  a costituire  un logo unico, emblema del nostro club, non a caso posizionato su un campo blu, colore della globalità, della totalità, dell'unità che simbolizza anche capacità di condivisione.